martedì 14 gennaio 2014

Audizione del Ministro Giovannini al Senato

Il Ministro Giovannini, nel corso di un'audizione al Senato, ha enunciato le line guida di una strategia, volta alla realizzazione di un piano straordinario per le politiche attive nel biennio 2014-2015.

Primo passo di questa strategia è stato l'attivazione di una "Struttura di missione", con numerosi e ampi compiti di coordinamento e promozione delle politiche attive. Secondo passo, il disegno del Piano per la Garanzia Giovani, che ha ricevuto il parere positivo della Commissione europea e sta ora passando alla fase operative con il coinvolgimento attivo anche delle Parti Sociali, del Terzo settore, delle associazioni dei giovani.

Testo dell'audizione del Ministro Giovannini al Senato 

giovedì 2 gennaio 2014

Rapporto sulle attività 2013 del Ministero del Lavoro

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato un rapporto sulle attività realizzante nell'anno 2013.

Per quanto riguarda Garanzia Giovani, il ministero scrive:
Per realizzare gli obiettivi previsti dalla Garanzia, il Governo, in collaborazione con Regioni (che attueranno il programma), Province ed altre istituzioni, ha predisposto il Piano nazionale e lo ha sottoposto alla Commissione Europea nei tempi previsti, la quale deve ora dare il suo assenso ed erogare i fondi (1,5 miliardi nel biennio 2014-2015).
A partire dal primo trimestre 2014 verrà offerta la possibilità di fruire di un sistema di informazione ed orientamento, nonché di una rete di servizi individualizzati, in grado di offrire ai giovani l'inserimento in un percorso di istruzione e formazione, oppure un contratto di lavoro o un contratto di apprendistato, o una esperienza di tirocinio, o l'impegno nel servizio civile, o l'accompagnamento nell'avvio di una iniziativa imprenditoriale o di lavoro autonomo.
Parallelamente, le norme approvate nei mesi scorsi hanno consentito di colmare un gap rispetto ad altri paesi nell'ambito del rapporto tra scuola e lavoro, che idealmente precedono la Garanzia Giovani, prevedendo:
- l'orientamento al lavoro nell'ultima classe della scuola media inferiore e nel corso della scuola media superiore;
- l'alternanza scuola-lavoro per le ultime due classi della scuola media superiore;
- incentivi per le università che stipulano accordi con imprese per svolgere tirocini curriculari che favoriscano l'alternanza università-lavoro.

 Attività realizzate dal Ministero del Lavoro nel 2013