venerdì 23 maggio 2014

Garanzia Giovani: ora tocca alle imprese

Intervenendo nella sede di Regione Lombardia per parlare di Garanzia Giovani, il Ministro del Lavoro Poletti, proprio a proposito del programma europeo dichiara che l'iniziativa servirà da prova generale per un nuovo sistema incentrato sui servizi per l'impiego e le politiche attive.
Il Ministro inoltre ribadisce che terminata la campagna elettorale in vista delle elezioni europee, partirà una efficace campagna pubblicitaria per comunicare il significato, il meccanismo e gli auspici di Garanzia Giovani.
Si parla già di alcuni spot sulle emittenti radiotelevisive ed una seria comunicazione online sui social network. Ma il messaggio dovrà arrivare non solo ai giovani, ma anche alle aziende, le quali vanno sensibilizzate sulle opportunità che possono essere offerte ai ragazzi, comprendendo i vantaggi che un programma del genere potrà apportare all'intero sistema - paese.
Mentre si attendono forti segnali dal mondo delle imprese, le diverse Agenzie per il Lavoro hanno già iniziato ad investire, specialmente Adecco, che per bocca del suo amministratore delegato, Federico Vione, ha annunciato che saranno messi a disposizione 10 milioni di euro per investimenti sulla formazione ai ragazzi che aderiscono alla Garanzia, oltre ai 20 milioni già stanziati: complessivamente 50 mila ore di formazione in azienda.

CORRIERE DELLA SERA: Garanzia Giovani: i ragazzi ci sono, ora servono le occasioni di lavoro

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.