martedì 14 ottobre 2014

Flop Garanzia Giovani? Il bilancio è prematuro

Ad appianare le critiche piovute sulla Garanzia Giovani da più parti in questi giorni, ci pensa Luigi Bobba, Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali con delega alle Politiche Giovanili. A margine della Conferenza europea della Gioventù, Bobba ha spiegato come non sia ragionevole tirare un bilancio della Garanzia a pochi mesi dalla sua partenza. Il programma che dovrebbe facilitare l'accesso dei giovani all'interno del mondo del lavoro sta subendo una lenta partenza, ed il suo rodaggio sembra non essere ancora terminato. Bobba però rassicura, sostenendo che fino ad oggi ci sono stati 220 mila giovani che si sono iscritti alla Youth Guarantee, e di questi 57 mila sono stati chiamati; inoltre sono in campo 20 mila opportunità fatte spontaneamente dalle aziende, oltre alle 125 mila opportunità partite in queste settimane con bando da parte delle Regioni, che riguardano voucher occupazionali e Servizio Civile. Secondo il Sottosegretario c'è ancora molto da fare, poichè, secondo quanto emerso dai dati Istat, i Neet italiani sono quasi 2 milioni.
Bobba conclude dicendo che nella riunione dei Ministri del Lavoro svoltasi recentemente, sono state chieste tre cose: primo, che la Commissione europea prefinanzi subito una parte importante del programma, in modo che i Paesi maggiormente bisognosi (Italia, Spagna e Grecia), non si trovino a dover anticipare le risorse. Secondo, semplificare il più possibile le procedure, poichè con l'intento magari positivo di non sprecare soldi, le procedure diventano complicate ed i tempi si dilatano. Terzo, si è chiesto che questa misura diventi strutturale anche dopo il 2015, cioè si trasformi in un programma ordinario dell'Unione.

ANSA.IT - "GARANZIA GIOVANI: BOBBA, FLOP? BILANCIO E' PREMATURO"

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.