giovedì 19 febbraio 2015

Garanzia Giovani: nelle Marche aumentano le adesioni

Durante un incontro nel quale sono stati presentati i primi risultati del programma Garanzia Giovani, nella Regione Marche, l'Assessore al Lavoro, Marco Luchetti, si è dichiarato soddisfatto: "La Regione continua ad investire nel capitale umano, ponendo al centro dell'attenzione i giovani da inserire all'interno dei siti produttivi".
A curare la predisposizione del dossier è stato l'Osservatorio del Marcato del Lavoro della Regione, in collaborazione con l'Area studi e ricerche di Italia Lavoro s.p.a.
L'Assessore Luchetti sostiene che, a distanza di otto mesi, il resoconto delle attività svolte fornisce un quadro di sintesi soddisfacente; "Garanzia Giovani è un programma che ha ottenuto un buon successo se guardiamo all'elevato numero di registrazioni da parte dei giovani e all'impatto che le misure attivate hanno avuto sul target di riferimento. Ora, per realizzare gli obiettivi che la Regione si è posta con il Piano d'attuazione regionale del programma Garanzia Giovani, dobbiamo superare le criticità  che si sono rilevate, nella consapevolezza della situazione che viviamo, che è di grande sofferenza economica".
Analizzando i dati, emerge che nelle Marche la Garanzia Giovani sta raggiungendo risultati migliori confrontati a quelli nazionali. Rispetto al bacino potenziale, la percentuale dei registrati è pari al 62,8%, contro il 22,2% a livello nazionale. Superiore alla media nazionale è anche la quota di giovani presi in carico sul totale dei registrati, pari al 45,5% contro il 36,9%.
Nelle Marche si stanno attuano circa 2.716 tirocini, ovvero la misura più consona ad aprire ai giovani le porte del mondo del lavoro. Nello specifico i tirocini hanno interessato 1.573 giovani diplomati, 760 laureati e 383 giovani con la licenza media.


FONTE:


CORRIERE ADRIATICO.IT - "GARANZIA GIOVANI, REGIONE SODDISFATTA"

4 commenti:

  1. e i soldi dove stanno??

    RispondiElimina
  2. Buona sera,
    vorrei soffermarmi sulla frase detta dal Sig. Mario Lucchetti "Garanzia Giovani è un programma che ha ottenuto un buon successo se guardiamo all'elevato numero di registrazioni..."

    Vorrei dire che, a mio avviso, una frase di questo genere sia del tutto SCONTATA e PRIVA DI OGNI ORIGINALITA’.

    Attualmente in Italia si registra una forte disoccupazione giovanile che porta molti ragazzi allo sconforto psicologico non avendo nessun motivo per vedere con occhi speranzosi al proprio futuro. Questo progetto " garanzia giovani" per molti ragazzi come me, è stato inizialmente come percepire che ci fosse una piccola luce in fondo ad un tunnel intrapreso oramai da un paio di anni.
    Essendo giovani, forti e non “ciusi” come molti in giacca e cravatta credono, subito dopo aver appreso questa notizia di questa opportunità che ci veniva data, ci siamo mobilitati presso diversi enti per sapere cosa realmente fosse questa proposta. Ci siamo fidati, ci siamo sentiti finalmente sentiti rispondere a delle richieste che da tempo facevamo, decidendo così di firmare questa convenzione e iniziare questo percorso lavorativo. Ad oggi sono 4 mesi che lavoro e ancora non ho percepito 1.00 €! Questo credo che sia un buon motivo per fare un articolo.
    Si può iniziare scrivendo il modo in cui ci rispondono, la regione, il centro per l'impiego, l'inps, tutti allo stesso modo.. dobbiamo aspettare, aspettare e aspettare ancora che ci venga dato ciò che ci spetta. Potremmo continuare poi, raccontando (a chi non lo sa) dell'ostacolo in cui molti hanno dovuto imbattersi. Il giorno in cui firmai la mia convezione, mi diedero un foglio dove mi era richiesto di autocertificare se percepivo altri redditi e che quest'ultimi non superassero gli 8.000€ annui. Così feci avendo in essere un contratto a tempo determinato presso un attività di ristorazione. Successivamente iniziai questo progetto GARANZIA Giovani, e poco dopo un mese mi vedo arrivare una mail dal mio tutor dove mi viene chiesto di fare una scelta. O la garanzia giovani, o il mio lavoro da cameriera. Avendo un contratto a tempo determinato fino al 31/12/2014 non potevo più rinnovarlo, altrimenti mi sarei vista interrompere il progetto GIA' AVVIATO DA UN MESE CON LA GARANZIA GIOVANI.
    Io credo che nel momento in cui si avvii un progetto di questa portata bisognerebbe prendere delle decisioni PRIMA di farlo iniziare, e non durante il corso delle vicende. Noi giovani ci siamo affidati a questo progetto, sperando che ci potesse davvero risollevare da una situazione lavorativa di totale monotonia e noia .... E INVECE NO! SIAMO AMAREGGIATI, ARRABBIATI, PERCHE' ANCORA UNA VOLTA SI DA IMPORTANZA AL LIVELLO DI ADESIONI IN AUMENTO (GRAZIE AL CAVOLO) E NON AL FATTO CHE SIAMO QUI DOPO 5 MESI AD ASPETTARE I SOLDI CHE DI DIRITTO CI SPETTANO.
    BASTA DIRE CHE SIETE SODDISFATI DEL PROGETTO, SE VOLETE UN NOSTRO PARERE.....BHE' NOI GIOVANI SIAMO DISGUSTATI, SIAMO STANCHI. GRAZIE PER AVER PRESO IN GIRO 1.573 giovani diplomati, 760 laureati e 383 giovani con la licenza media.

    RispondiElimina
  3. Inutile che cancellate i commenti. tanto ho molto tempo a disposizione per riscriverli visto che sono disoccupato e con problemi finanziari per colpa vostra

    RispondiElimina
  4. Buongiorno, innanzitutto vi ringraziamo per aver consultato il nostro blog. E' doveroso precisare che nessun commento all'articolo è stato eliminato; anzi, ricordiamo che poche settimane fa, proprio su questo blog, abbiamo pubblicato un articolo su quanto da voi sostenuto (http://www.garanziagiovani.it/2015/02/garanzia-giovani-viaggio-tra-coloro-che.html).
    Ricordiamo, inoltre, che il blog ha carattere informativo, e non rappresenta il portale ufficiale di Garanzia Giovani.
    Buona giornata

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.